Vorrei cantare insieme a voi, in magica armonia…auguri Coca Cola e poi, un coro in compagnia…”
Mi permetto di scomodare uno dei più famosi jngle pubblicitari di Natale, che ai miei tempi andava tantissimo ma credo sia ormai un evergreen, per farvi gli auguri per le imminenti festività.

Vi auguro l’armonia, con voi stessi e con gli altri.
Prima con la musica e il canto, poi con le parole, l’armonia ha sempre fatto parte della mia vita. Tecnicamente si tratta della consonanza di voci o di strumenti, della combinazione di accordi, cioè di suoni simultanei che produce un’impressione piacevole all’orecchio e all’animo. Ma l’armonia è anche equilibrio, coerenza, pace e dunque serenità.

Ecco, augurandovi un Natale e un 2019 in armonia, vi auguro la serenità.
Per me la serenità, più che una condizione è diventata un valore. Più forte e potente della felicità. Perché quest’ultima non è detto che si raggiunga sempre e quando ci si riesce dura un attimo. Neanche te ne accorgi, quando sei felice. La serenità, invece, è sicuramente più ostica da ottenere, perché è condizionata da tanti fattori esterni a noi, oserei dire esogeni; ma quando poi riesci a sentirti sereno con te stesso e con gli altri, questo sì che è un risultato importante. E te ne accorgi perché lo senti, la serenità si sente, si vive.  Come quando cade la neve che soffice e silenziosa regala paesaggi magici che rasserenano lo spirito, e tutto è più armonico, tranquillo, lento e piacevole.E siccome ti piace la sensazione che genera la serenità, fai di tutto per perseverarla e difenderla. Da lei dipende la scala delle tue priorità.

Per cui, a tutti voi, che siate solitari o in compagnia, tanta armonia!

Auguri in armonia