Come promesso, torniamo a parlare del Natale, dal punto di vista prettamente culinario e salutare. Lo facciamo ancora con i consigli della nostra Nutrition Coach Letizia Saturni.
 
Digerire e superare in gran forma i vari cenoni e pranzi della Vigilia, del Natale, Santo Stefano, Capodanno e, per non farci mancare nulla, non dimentichiamo l’Epifania!
 
Come cucinare per le feste?
La parola alla nostra Coach!
“Anche in questo caso rispondo dicendo… secondo tradizione. Le preparazioni culinarie di questi giorni vedono il ricorso alla bollitura, alla cottura alla griglia e/o al forno e anche la frittura.
La bollitura è un buon metodo di cottura. Se penso alla bollitura delle verdure suggerisco di usare poca acqua, no sale e per un tempo molto breve. Sarebbe molto utile utilizzare l’acqua di bollitura per la prima bevuta della giornata!
Se penso invece alla bollitura della carne per ottenere il brodo in cui far navigare ben farciti i tortellini, suggerisco di prepararlo almeno due giorni prima e passarlo al freddo (frigorifero) per almeno tre volte togliendo, ogni volta, la parte gialla addensata in superficie.
 
 
La cottura alla griglia e/o al forno e/o anche la preparazione di un brasato sono sicuramente le modalità da prediligere, mentre la frittura ben sappiamo che viene guardata in cagnesco dai nutrizionisti e golosamente dai buon gustai.
Personalmente suggerisco che rimanendo l’eccezione, nella nostra alimentazione variata, moderata, equilibrata, anche la frittura merita un pò di indulgenza.
Per i più ferrei suggerisco la frittura al forno piuttosto che per immersione, mentre per gli innamorati della frittura per immersione, preferire l’olio di oliva oppure un olio di arachidi piuttosto che di semi o le formule appositamente studiate!
 
Ora non mi rimane che augurare un caloroso-sentito e gustoso Buon Natale all’artefice di tale web-blog che mi ha gentilmente ospitato e a tutti voi lettori.”
 
Grazie a Letizia Saturni, brillante e professionale come sempre.
E sin da adesso…