Oggi 1 Ottobre è la Giornata Internazionale del Caffè. Potevo non festeggiarla?

A parte che per me è l’ #internationalcoffeeday tutti i giorni, però oggi siamo autorizzati a fare del caffè il re della nostra giornata.
Non dirò molto su questa bevanda, dei suoi benifici, dei suoi “pro” e dei suoi “contro”, mi limiterò a berla e a condividere con voi i miei caffè preferiti di questi ultmi mesi.
Qualche caratteristica, però, mi piacerebbe sottolinearla: oltre ad essere la bevanda preferita al mondo e la più personalizzata (viene assoporata in maniera diversa in ogni paese), il caffè è sinomino di tradizione, di familiarità e di pausa.
Il suo aroma è a dir poco rassicurante.  Il suono della sua preparazione, che sia con la macchinetta o con la mitica Moka, è vera e propria musica. Non a caso forse Johann Sebastian Bach amava il caffè . Ma anche Voltaire, Balzac e altre grandi menti. Si dice che Beethoven contasse pazientemente i sessanta chicchi necessari alla preparazione di ogni tazza, in modo che il suo caffè risultasse sempre della stessa forza.

Perché amiamo così tanto il caffè? Secondo me perché, come scrive Erri De Luca, “a riempire una stanza basta una caffettiera sul fuoco”. E’ la quinta essenza delle piccole cose, del necessario per afforntare una giornata. E’ un balsamo per cuore e spirito. Anche se preso al volo, ti costringe serenamente a fermarti un attimo, a riconnetterti con te stesso. E ti pare poco?

Ecco alcuni dei mie caffè preferti. Buona Giornata Internazionale del Caffè a tutti.

dav

Caffè a Plan de Corones

sdr

Caffè al bar sotto casa per illuminare una giornata uggiosa.

sdr

Un caffè molto fashion con @cromiahandbag

Chiffon Bridesmaid Dresses uk

Il mio primo caffè nel Salento

Per conoscere tutti gli altri seguitemi su Instagram @Catiusciakey