Ciao a tutte e a tutti!

Cosa fate nel weekend?
Mare? Montagna? Rimanete in città?Passeggiate in relax al parco? troppe domande, vero?!

Beh, qualunque cosa facciate, vi consiglio tre libri da acquistare in libreria e portare con voi:

“Come se tu non fossi femmina” di Annalisa Monfreda (Mondadori)

Letture per il weekend

La Monfreda è direttrice di Donna Moderna. Ho avuto il piacere di intervistarla per il mio blog (qui  per leggere il post), di seguire con lei un corso di giornalismo ad Urbino e un corso di formazione a Milano. Insomma, la conosco e a mi piace. Leggo il settimanale che dirige specialmente per i suoi editoriali.
Il libro non l’ho ancora letto, lo metto in valigia per l’estate ma è già nella mia libreria.
Ecco come lo presenta LibriMondadori:

“Scriveva come una donna, ma come una donna che si è dimenticata di essere donna; sicché le sue pagine erano piene di quella curiosa qualità sessuale che appare soltanto quando il sesso non è consapevole di se stesso.” Così diceva Virginia Woolf in Una stanza tutta per sé. Così cerca di dire Annalisa Monfreda alle sue due figlie, durante una vacanza on the road tra sole donne.

Strada facendo, tra esplorazioni nella natura e vagabondaggi urbani, l’autrice mette a punto una lista di lezioni che vorrebbe che le figlie imparassero nel loro cammino di crescita. Seguire i desideri e diffidare dei sogni. Prendersi cura della propria felicità prima di badare a quella degli altri. Coltivare l’ambizione, scoprendo che non è altro che ostinazione. E inseguire la bellezza, in sé e negli altri. “La bellezza non è perfezione, ma verità. Quello che le nostre figlie dovrebbero inseguire nello specchio, con o senza l’ausilio del make-up, non è la vicinanza o lontananza da un particolare modello, ma la messa in scena migliore della propria autenticità. Quando ci riescono, dico loro: ‘Sei bellissima’. Ebbene sì, lo faccio. Perché alle bambine si dice ‘bella’ e ai maschietti ‘bravo’? Io dico anche il resto. Ma quando vedo la bellezza-verità non riesco a non riconoscerla.” Come se tu non fossi femmina è un libro che supera gli stereotipi di genere per offrirci una prospettiva nuova e illuminante sull’educazione delle figlie. Scritto come un Thelma & Louise familiare e tenerissimo, è un avvincente viaggio di formazione capace di rivelare il profondo significato di essere donna.

“Mamme coraggiose per figli ribelli” di Giada Sundas (Garzanti)

Letture per il weekend

Questo libro lo sto leggendo adesso, è sul mio comodino. La Sundas è davvero nelle mie corde. Mi piace come scrive, la timo per la sua autoironia e il suo sagace sarcasmo. Tra noi mamme sono cose rare, finiamo per prenderci troppo sul serio e non ci godiamo gli aspetti belli della genitorialità.
Quando aspettavo Matilde ho consumato “Le mamme ribelli non hanno paura“, il suo primo libro. Raccontava esattamente passo dopo passo gravidanza, varie ed eventuali. Pareva che mi seguisse tanto erano puntuali e pertinenti le sue considerazioni.
Quando è uscito il suo nuovo libro non potevo che comprarlo. Ho anche provato a contattarla per un’intervista ma niente, nessun cenno. Però va bene lo stesso, mi piace leggerla e lo faccio.

Lei è mamma di Maya e con la sua piccola ci illumina sulle gioie e i dolori dell’essere madre.
Da Garzanti: “dopo il successo travolgente di Le mamme ribelli non hanno paura, per settimane in classifica, Giada Sundas, la mamma più amata dal web, torna a parlare del mestiere più difficile del mondo: fare la madre. Con la sua inconfondibile vena ironica, ci esorta a mettere da parte la ricerca della perfezione e lasciare che sia il tempo trascorso con i nostri figli l’unico manuale di cui fidarsi per vivere appieno e regalare l’amore più puro che esista.”

“Gli inaffondabili” di  Silvia Andreoli, Anna Di Cagno, Marina Moioli  e Luca Pollini (Elemento 115)

Letture per il weekend

Questa raccolta mi è stata suggerita dalla collega carissima Isa Grassano. Un libro Pop che nasce per festeggiare il compleanno del blog www.mollybrown.it .

Che cosa hanno in comune Marilyn Monroe e Winston Churchill, Gigi Riva e Anna Karenina, Cappuccetto Rosso e Federico Fellini? Nulla ovviamente, tranne il fatto che sono tutti degli “unsinkable”, inaffondabili: persone/personaggi che hanno segnato un’epoca nella storia e nella vita di molte persone. Questo libro, dedicato a trenta icone della cultura Pop di tutti i tempi, è figlio di un blog, www.mollybrown.it che festeggia il suo primo anno
di vita con una selezione dei ‘pezzi’ più cliccati dai lettori. A sua volta il blog è dedicato a una donna incredibile, che ha avuto una vita avventurosa e spericolata e che è passata alla storia come The Unsinkable Molly. Nell’infinito mare della rete, dove chiunque ha finalmente i quindici minuti di notorietà profetizzati da Andy Warhol, scontrarsi con qualcosa d’inaffondabile è diventata un’esigenza. Così come leggere, pensare, sorridere e ricordare.

Beh, cosa aspettate, correte in libreria e buon weekend!