Dal 17 al 19 Maggio si va in trasferta!
Destinazione? Il centro storico di Sant’Elpidio a Mare, in provincia di Fermo, nella mia regione, le Marche.
Per cosa? Vado a parlare di libri, a sentir parlare di libri, a presentare libri, ad intervistare autori. Insomma, come giornalista e come blogger parteciperò ad una brillante iniziativa: Libri a 180 gradiFestival Letterario con annessa una piccola ma ricca Fiera dell’Editoria.

Sono davvero molto felice e grata agli organizzatori per avermi coinvolto nel ricco e imperdibile programma del festival.
Il mio gancho è stata una delle promotrici, Giulia Ciarapica, vulcanica bookblogger di successo e scrittrice, ma soprattutto marchigiana come me! Giulia è in libreria con il romanzo “Una volta è abbastanza”, edito da Rizzoli, ambientato interamente nelle Marche, più precisamene tra Casette d’Ete e Sant’Elpidio a Mare. Presto ne parlerò nel blog, ma intanto occhio vivo su Libri a 180 gradi!

Sabato 18 e Domenica 19 Maggio avrò il piacere di presentare due libri che dovete leggere assolutamente perché sono veramente molto interessanti: uno è riflessivo “L’anno che Bartolo decise di morire” (romanzo) di Valentina Di Cesare, Arkadia Editore, 2019,  mentre l’altro è un vero e proprio libro d’autore realizzato da Alessio Romano e Ale Di Blasio, “Una stanza tutta per loro (ritratti fotografici e letterari)“, Avagliano Editore, 2018.

Tornare in quelle zone dell’entroterra fermano mi fa battere il cuore. Per molti anni ho lavorato come giornalista televisiva per una nota emittente tv marchigiana. Andavo in giro per le Marche in lungo e in largo a realizzare servizi per il telegiornale, interviste e rotocalchi di approfondimento. Grazie a questo lavoro ho avuto modo di conoscere più a fondo le bellezze della mia regione, scoprire o riscoprire borghi meravigliosi. Ciascuno con le proprie location suggestive, con le proprie piazzette, i chiostri. Ciascun borgo con la propria storia, proprio come quello di Sant’Elpidio a Mare.

Quando sui social ho visto Giulia promuovere il Festival ho da subito applaudito all’idea, ma quando ho saputo che sarebbe stato interamente marchigiano sono impazzita di gioia.
Penso che Libri a 180 gradi faccia davvero un gran bene al nostro territorio, sia dal punto di vista culturale, ovviamente (presentazioni, mostre, concerti, uno spettacolo teatrale con Tullio Solenghi, laboratori per bambini, moltissime case editrici,  hobbisti, librerie, blogger e chi più ne ha più ne metta), ma smuove anche il sistema ricettivo, l’enogastronomia, il turismo del posto. Certi luoghi meritano di essere visitati e vissuti. E se poi si tratta anche di mangiare, nelle Marche siete nel posto giusto!

Ma torniamo ai libri, i veri protagonisti del prossimo weekend.
Le presentazioni in programma sono più di trenta, tante quindi le opportunità per conoscere da vicino autori e case editrici.
Per quanto mi riguarda, Sabato 18 Maggio, dopo aver partecipato allo Speed Date letterario delle 11 in cui noi bookblogger incontriamo gli editori presso la Sala dei Ritratti a Palazzo Comunale, in Piazza Matteotti, alle 17 sarò al Chiostro San Francesco per presentare il libro “L’anno che Bartolo decise di morire” di Valentina Di Cesare. 

“L’anno che Bartolo decise di morire” di Valentina Di Cesare – Arkadia


Domenica 19 Maggio, alle ore 15 allo Sdrucciolo dei Pozzi, presenterò il libro realizzato da Alessio Romano e Ale Di Blasio, “Una stanza tutta per loro (ritratti fotografici e letterari)“.

Una stanza tutta per loro (ritratti fotografici e letterari), Avagliano Editore, 2018

Ma tutti gli eventi in programma sono impedibili. Per consultarlo cliccate Libri a 180 Gradi.

Beh, che dire! Non potete perderlo!