Devo ammetterlo.
Questo che sto per raccontavi è il mio primissimo ebook.
Io che adoro andare in libreria, sfogliare dal vivo le novità in uscita. Io che mi lascio catturare dall’odore della carta, dai colori di una copertina o dalle prime righe di un racconto, sono capitolata di fronte alla proposta di Mondadori di leggere e recensire questo libro. E devo dire grazie alla casa editrice perché sono partita con il piede giusto. Anzi, con il libro giusto.
“Mammina un caxxo. Manuale scorretto per genitori imperfetti” di Katie Kirby è un libro M E R A V I G L I O S O!!!

Katie Kirby

Katie Kirby

Divertente.
Ironico.
Sarcastico.
Cattivo quanto basta, ma soprattutto vero.
Verissimo.
Era ora che qualcuna scrivesse la verità sull’essere mamma.
Katie Kirby lo fa con una intelligenza fuori dagli schemi. Un libro irriverente e onesto che racconta il backstage e l’onstage di una donna, dalla gravidanza alla crescita quotidiana dei figli. E ci svela un segreto. Come affrontare tutte le gioie e i dolori dell’essere genitori? Basta un goccio di Gin Tonic. Infatti, Katie è la creatrice del fortunato blog Hurrah for Gin.

"Mammina un caxxo"? La verità sull'essere mamma


Questo libro mi piace tantissimo. Piacerà anche a voi, fidatevi.
Oltre a raccontare con ironia cosa vuol dire fare la mamma (e il papà con il marito J) del “Fratello Grande” e del “Fratello Piccolo”, rende l’idea delle vicissitudini genitoriali con dei disegni fatti proprio da lei, semplici – oserei dire elementari – ma veramente appropriati. Non puoi non capire. Vietato fraintendere. E soprattutto vietato offendersi o fare i falsi moralisti, leggendo il libro. Anche perché – proprio come avverte l’autrice nella premessa – ” QUESTO LIBRO CONTIENE SARCASMO“. Il fatto che l’abbia voluto specificare ci fa capire in che società siamo!! Ci prendiamo troppo sul serio, e questo nuoce gravemente alla salute. Nostra e degli altri.

Una penna schietta e leggera ma mai superficiale, Katie Kirby racconta la genitorialità dal punto di vista della donna e dell’uomo. Ma più della donna. A partire dalla gravidanza fino alla nascita del bebè (prima il grande poi il piccolo); parla della gioia di diventare mamma ma anche del lutto di un aborto. Quella stellina mancante che è sempre lì, anche se i figli poi arrivano, nascono, crescono e ti fanno dannare.
“Mammina un caxxo” è il libro giusto per i genitori imperfetti di tutto il mondo, quelli che pur amando alla follia i propri figli, si incaxxano quando le cose non vanno come vorrebbero che andassero, quelli – e cito testualmente – “che urlano troppo e si sfogano con un silenzioso vaffanculo nel frigorifero. Quelli che hanno zero pazienza, che detestano giocare a prendere il tè e bevono parecchio vino. Quelli che si dimenticano di firmare i moduli scolastici e che per cena servono (di nuovo!?) cibo surgelato. Quelli che in casa hanno libri della biblioteca scaduti da un pezzo e sarebbero persi se non potessero usare i biscotti come mezzo di corruzione.” Cari genitori, questo è il libro dedicato soprattutto a voi, che a volte sognate di fuggire ma in realtà sapete benissimo che non potreste mai essere felici lontani da casa.

Ma quanto mi piace questo libro, ve l’ho detto?
Personalmente, mi ha aperto gli occhi su moltissime cose. Sarà che sono mamma da pochi mesi e forse anche per questo l’ho fatto subito mio. Ma anche chi è genitore da più tempo di me può trovare conforto, sostegno e solidarietà nelle parole della Kirby. Ci da’ pure una bella svegliata, eh! Ammettiamolo. Quanto siamo brave, noi mamme, a lamentarci della nostra situazione, qualunque essa sia? O peggio a giudicarci tra di noi. Mamma che lavora batte mamma casalinga? Mamma che lavora in proprio batte mamma lavoratrice full-time? Quella che fa il part-time è la più invidiata di tutte? Sbagliato. Tutte noi abbiamo problemi e criticità da gestire e una o più cose in comune: senso di colpa e stanchezza cronica. Sappiatelo. Ah, siamo anche ottime esaminatrici di cacche. Vantiamocene!

Non per sminuire il ruolo dei papà, ma la loro vita è un po’ più leggera rispetto a quella delle mamme. Però ve la cavate bene anche voi, babbi. Beh, quasi tutti, dai.

Mammina un caxxo (già dal titolo si percepisce lo spirito del racconto) ci apre gli occhi ma ci fa anche sorridere parecchio. Ridendo e scherzando, nel leggere il libro vedrete che riuscirete a riflettere su tanti temi che riguardano l’essere mamma o papà, di uno o più figli.

Troverete la cruda realtà con la giusta dose di ironia. Ma la Kirby si fa pure seria nel ricordare a noi mamme e ai papà di tutto il mondo che anche se siamo imperfetti, anche se commettiamo innumerevoli errori o se ci facciamo prendere dalla rabbia per alcuni atteggiamenti fastidiosi dei nostri simpatici marmocchi, come genitori non dobbiamo dubitare di noi stessi.
Mio nonno – buon’anima, contadino lungimirante – diceva sempre che “i genitori sono la rovina dei figli e i figli sono la rovina dei genitori”. Penso che nonno – se avesse potuto – avrebbe voluto conoscere personalmente la Kirby e magari, perché no, farsi un goccetto di Gin insieme a lei, perché il pensiero era più o meno lo stesso. Forti entrambi di una grande consapevolezza, che è anche un importante insegnamento di questo bel libro: per le uniche persone che contano davvero, e cioè i nostri figli, noi genitori siamo tutto, e loro non potrebbero amarci di più.

C’è un aspetto di questo libro che più di altri mi ha davvero colpito: quanto i figli siano d’aiuto al nostro cambiamento interiore. “I miei figli mi hanno liberata“, scrive l’autrice.
E’ vero. I figli ci fanno dannare, ci tolgono il sonno e il tempo da dedicare a noi stessi, ma ci insegnano anche ad eliminare il superfluo. A farci accettare così come siamo, perché loro ci amano realmente per come siamo. Per noi mamme è un concetto vitale. Ci guardano con gli occhi a forma di cuore anche se siamo struccate, se abbiamo la ricrescita o lo smalto mangiucchiato. I figli sono iniezioni di autostima. Quanto ha ragione la Kirby! Posso anche essere reduce da una giornata infernale, ma basta un sorriso di mia figlia o la sua vocina che dice “mammmmmmmma” con mille “emme” a sciogliermi e a riportare pace nella mia vita. Improvvisamente, tutto il resto non ha più importanza.

Mammina un caxxo” è anche uno sprono per noi mamme a goderci a pieno i nostri figli, ogni giorno, ogni momento. Ce lo meritiamo, care mamme.
Lamentiamoci pure senza freno, di non avere molto tempo da dedicare a noi stesse. Siamo autorizzate a fare anche questo. ma non dimentichiamoci però che il tempo passa, i figli crescono e anche velocemente. Come scrive la Kirby, “un giorno, quando avrò tutto il tempo del mondo, vorrò solo restituirlo.”
Intanto, cercate di ritagliarvi del tempo per leggere il libro. Ve lo meritate…insieme ad un goccio di Gin Tonic!

Ma ve l’ho detto quanto mi piace questo libro!?

Pic by hurrahforgin.com

Pic by hurrahforgin.com