Sei prossima alle ferie estive? Voglia di partire per cercare un po’ di fresco ma soprattutto relax?!
Pronti. Partenza e via!!!! Prima di partire per un lungo viaggio però, pensa bene chi vorresti al tuo fianco.
Meglio viaggiare in solitaria alla “Mangia. Prega. Ama”, o  in coppia con il proprio partner?

Quanti dubbi! Tutti facilmente risolvibili grazie a lei, Isa Grassano. Giornalista e scrittrice nota al grande pubblico per le sue importanti collaborazioni con Magazine con la “M” maiuscola e amica del mio blog. Isa è autrice del libro tutto pink dal titolo ” In viaggio con le amiche” (Newton Compton Editori), arrivato da poco in libreria in edizione economica ma ampliato e riveduto nei contenuti.

isa libro 0k

Isa Grassano

 

Isa, cosa può riservarci una vacanza all’insegna dell’amicizia tra donne?

“Se chiedete ad una donna come preferisce passare la sua estate, vi risponderà (quasi sicuramente) in giro per il mondo! Se può fare questo tour con un’amica, allora ancora meglio. Perché i viaggi “in rosa” aiutano a rigenerarsi, sono una pausa di riflessione (possono esserlo anche dal punto di vista sentimentale), ma anche un momento per ricaricare le batterie. Una vacanza tra donne regala complicità, nuove emozioni, intense risate e relax  senza i dilemmi e le discussioni di coppia. Insomma si parte come nuove “Cristoforo Colombo”, senza paura, per un incontro ravvicinato con la scoperta.”

Quali sono le regole principali per una piacevole convivenza tra amiche in vacanza?

“Avere più o meno gli stessi interessi e tuttavia non imporsi mai sull’altra. Magari fare una volta ciò che piace all’una e una volta ciò che piace all’altra. Vale ovviamente se si è in due. Se si in tre (o di più) è più semplice perché si va ai voti. Avere a disposizione un fondo cassa per le spese in comune, così da evitare il rischio di litigi sui conti.

Essere elastiche negli orari, senza appuntamenti troppo rigidi. Essere complici. Può capitare di incontrare un uomo che piace ad una del gruppo e col quale – metaforicamente parlando – ci si accompagnerebbe per un trattino del viaggio (pure solo per una notte!). Le altre devono intuire al volo e defilarsi con una scusa, ma poi magari aspettare sveglie per conoscere i dettagli dell’ “incontro di fuoco”.”

Alle terme, in barca a vela (io adoro e l’ho fatto!!), in città italiane o estere. Quali sono le mete più “giuste” per due o più donne insieme?

“Tylösand evoca un letto di quelli da costruire pezzetto per pezzetto, in realtà è la più bella spiaggia della Svezia, dove però la tentazione di sdraiarsi è davvero fortissima. Le sue spiagge sabbiose, costellate di dune, sembrano enormi cuscini nei quali sprofondare con il corpo e i pensieri. Così, chi cerca l’atmosfera rarefatta del mare del grande Nord (anche per sfuggire alla calura estiva di questi giorni), si può spingere fino alla regione di Halland, sulla costa sud-occidentale (situata tra Goteborg e Malmö). Il paesaggio è incantevole, con la luce diffusa sulla grande baia, le mille sfumature dei colori dell’arenile e gli stormi di uccelli che presidiano la battigia.
Acque caraibiche e spiagge paradisiache, ma anche divertimento e cultura,  a Ibiza, l’isla blanca delle Baleari. L’estate dance vive sulla sabbia e l’entusiasmo della gente locale ti farà sentire la reginetta del party più sfrenato dell’estate, al chiaro di luna.

Se rimaniamo in Italia, non posso non citare la mia terra d’origine, la Basilicata. Per chi ha l’animo avventuriero, l’ideale sono le Dolomiti Lucane. Le montagne che per la colorazione rossastra al tramonto sembrano quelle trentine (ma più basse) e ricordano tanto noi donne: salde con i piedi ben piantati in terra, ma con indole incline al sogno e alle nuvole. Qui si può vivere l’emozione del volo dell’Angelo. Si sfreccia alla velocità di 120 km orari e si può volare in due (basta non superare i 150 chili complessivi, ma con le donne sempre attente alla linea è quasi impossibile andare oltre il limite). Si sfiorano le nuvole a un’altezza di 400 metri per oltre un minuto, tagliando il vento come aquile. Intorno i paesi fiabeschi di Castelmezzano e Pietrapertosa, incastonati nella pietra. Da qualche giorno poi è stata inaugurata la via Ferrata, la prima di tutto il Sud. Nell’insieme quasi 3,6 km di lunghezza, fra canali e camminamenti, passaggi verticali: visioni indimenticabili sullo skyline del paesaggio. E la sensazione di arrivare a toccare il cielo con un dito.”

isa e lucrezia

Nella foto le giornaliste Isa Grassano e Lucrezia Argentiero

Oltre ai libri da leggere nei momenti di relax, cosa suggerisci di mettere in valigia?

“Virtualmente propongo di mettere le App, quelle più utili per muoversi. Da AroundMe che scova ristoranti, locali, cinema, farmacie e pompe di benzina nelle vicinanze,  a Party Cloudy che tiene aggiornate sul tempo meteorologico, passando per My Ambrogio, un supporto per organizzare la partenza prima di ogni viaggio. Un maggiordomo virtuale che, con voce calda e professionale, vi ricorda la lista delle cose utili da mettere in valigia.

Fisicamente consiglio sempre una borsa in più, di quelle pieghevoli, pronta all’uso in caso si faccia shopping di souvenir, accessori, abbigliamento o prodotti tipici, e un quaderno per appuntare le sensazioni che si vivono momento per momento. Una sorta di diario di viaggio.”

 

in barca con le amiche

Croazia in libertà – estate 2013

 

Quanto dovrebbe durare una vacanza tra donne, secondo te?

“Non importa quanti giorni o ore. L’importante è riuscire a staccare un po’ la spina. Dipende anche molto dalla compagnia. Se partiamo con un’amica di vecchia data, si può stare insieme in giro anche dieci giorni. Basta davvero sentirsi in sintonia. Se magari è una nuova conoscenza, un’amicizia recente, allora forse vale la pena non rischiare troppo (si sa che la convivenza a volte può essere difficile) e magari meglio scegliere un fine settimana solamente.”

Sulla scia del libro c’è anche un blog, amichesiparte.com

“Si l’abbiamo ideato con Lucrezia Argentiero, altra giornalista giramondo come me e amica, al quale collaborano un team di amiche-professioniste. Un contenitore di destinazioni al femminile, curiosità ed eventi.
Tra le rubriche più originali c’è In viaggio con i peli, che non è un incitamento a mettersi in viaggio senza aver prima fatto un salto dall’estetista, ma è pensata per quelle donne che non riescono a fare a meno di viaggiare con i propri amici a quattro zampe. Fiore all’occhiello? Chi cerca trova. Ci si può iscrivere, in maniera gratuita, indicare che tipo di vacanza si vuole fare e aspettare che qualcun’altra risponda per aggregarsi e iniziare l’avventura insieme.”

in-viaggio-con-le-amiche

Non ci resta che dire: Amiche, si parte!! Buon divertimento!